Mira On Air Festival | 24 – 28 luglio 2019

Avrà luogo dal 24 al 28 Luglio l’ottava edizione del Mira On Air, Festival di musica, che si svolgerà come ogni anno a Mira (Ve) presso il parco di Villa dei Leoni. Organizzato da Associazione Dedalo in collaborazione con Argo, negli anni è diventato un appuntamento fisso per gli appassionati di musica della provincia di Venezia e del Veneto.

Come ogni anno la proposta musicale è varia e spazia tra diversi generi, vedendo alternarsi sul palco due artisti diversi per ogni serata. Negli ultimi anni la direzione artistica ha puntato molto sulla qualità dell’offerta musicale, proponendo artisti di alto livello e introducendo l’ingresso a pagamento solo per alcune serate. Quest’anno ci sarà anche una data zero: martedì 23 luglio due concerti si andranno ad aggiungere alla line up ufficiale.

Il Mira on Air non è solo musica: saranno presenti un’area Food & Drink, un’area dedicata alle birre artigianali, un’area dedicata ai vini e uno spazio dedicato ai mercatini in cui verranno ospitati alcuni artigiani con i loro prodotti oltre alle associazioni del territorio che ogni anno supportano il Festival. Durante il weekend si terranno due eventi inseriti nella programmazione del Festival:

sabato 27 luglio 2019: Presentazione Pubblica Venice Climate Camp. Un pomeriggio dedicato al tema del cambiamento climatico e un occasione di dibattito e confronto. Dalle 18.00.
domenica 28 luglio 2019: “Pop House Lab” – workshop dedicato a bambini e ragazzi durante il quale si dipingeranno delle tele e delle casette in legno che saranno poi utilizzate per abbellire il Parco di Villa dei Leoni. Oltre a questo ci sarà un’esposizione artistica di Simone Bonetta, in arte B.Simo, tatuatore di Merate che nasce come street artist. I suoi graffiti colorano la Brianza e non solo, negli ultimi anni ha lavorato in tutta Italia e in Spagna, collaborando inoltre con noti brand di abbigliamento da skate e snowboard. Dalle 17.00.
PROGRAMMA:

Martedì 23 luglio – serata zero
Mother / Gli Sportivi
MOTHER –  Formazione veneta giovanissima e attiva dal 2017. I Mother mescolano con facilità l’alternative rock degli anni’90 con il post-hardcore degli anni’80, affrontando temi come la distanza emotiva tra gli esseri umani, la morte e la resilienza.
GLI SPORTIVI – Lorenzo Petri e Nicola Zanetti sono Gli Sportivi. Il loro traguardo è quello di spingere al massimo il rock’n roll ed il blues minimale in un’atmosfera densa di energia positiva, adrenalina, voci sature e suoni vintage.

Mercoledì 24 Luglio
I Segreti / Gomma
I SEGRETI –  Il trio composto da Angelo Zanoletti, Emanuele Santona e Filippo Arganini nasce a Parma nel 2013 e già a fine 2015 autoproduce il primo omonimo EP. Nei due anni successivi aprono i concerti di alcuni degli artisti di riferimento della scena indie italiana.
GOMMA – Gomma è il progetto nato nel 2016 da Matteo, Paolo, Giovanni e Ilario, giovanissimo quartetto di Caserta. La band è stata notata dalla V4V Records ed è stata scelta per accompagnare Calcutta nella sua turnée. Negli ultimi anni hanno collezionato ottime esibizioni e nel 2017 pubblicano Vacanza, un EP d’intermezzo prodotto al Red Bull Studio Mobile. Sacrosanto è il loro secondo album uscito a gennaio 2019.

Giovedì 25 luglio
TMHH / Murubutu
TMHH – Michele Venanzoni in arte TMHH nasce a Recanati nel gennaio del 1992. Si avvicina quasi subito all’ Hip Hop , iniziando a scrivere testi e produrre musica insieme agli amici di infanzia. Ha fondato il gruppo “Teste Calde Click” con il quale realizza il primo lp “La X”. Dopo alcuni anni insieme il gruppo si scioglie ed ognuno intraprende percorsi differenti. Nel Settembre 2014 , “RooRRoulette”, il primo album solista di TmHH in collaborazione con il produttore Lil’Thug. Nell’Aprile 2018 esce “Campione”, primo singolo del suo nuovo progetto solista, prodotto da Lil Thug per Glory Hole Records. Pochi mesi dopo “Il Passeggero” è il secondo singolo estratto dal suo nuovo album, in uscita a Novembre, anticipato dall’ultimo singolo “Quello che non ho”. Il 14 novembre 2018 esce, per la Glory Hole Records, “Errare Umano”: il secondo album di Tmhh riceve il plauso di pubblico e critica, grazie ad una scrittura raffinata e ad una grande ricerca musicale.
MURUBUTU – Murubutu, pseudonimo di Alessio Mariani è un rapper e cantautore italiano. È fondatore e voce del collettivo reggiano La Kattiveria. La sua musica, definita «rap di ispirazione letteraria» o «letteraturap», contraddistingue Murubutu da tutti gli altri rapper italiani rendendolo unico nel suo genere poiché unisce l’hip hop con la letteratura, la storia e la filosogia, creando delle storie metaforiche.

Venerdi 26 luglio

Psicologi / Tauro Boys / Ketama
PSICOLOGI – Drast (Marco De Cesaris) è un rapper e producer Napoletano. Lil Kaneki (Alessio Aresu) è un rapper romano, noto anche come Caravaggio. A inizio 2019 i due iniziano a collaborare. I pezzi nati da questa collaborazione sviluppano sonorità più pop e attitudine più emo rispetto ai precedenti lavori. Grazie al singolo chitarra e voce “Psicologi//Diploma”, i due ricevono attenzioni anche al di fuori della sfera trap, cominciando a orbitare intorno a Bomba Dischi, l’etichetta romana esplosa grazie a Calcutta, Franco126 e tanti altri. Il 25 Marzo esce il secondo singolo firmato Psicologi, “Polvere da sparo”, e il 27 Marzo vede il primo live del progetto, a Napoli. Il 24 Maggio si esibiscono al MI AMI Festival di Milano. Il 31 Maggio esce il primo EP che raccoglie tutti i singoli usciti nel frattempo, si intitola “2001”.
TAURO BOYS –  I Tauro Boys sono tre amici di Roma. Il loro gruppo nasce a Berlino nel 2014, con il nome attuale. Grazie al supporto di figure come Carl Brave, i tre iniziano a pubblicare i primi singoli e ad esibirsi sui primi palchi già nel 2015. Durante il corso dell’anno successivo è decisivo l’incontro con Close Listen, che diventa il deejay e il produttore del gruppo, e permette ai tre di dedicarsi con più costanza e originalità alla propria musica. Nel dicembre 2017 esce il primo Tauro Tape, un EP che consolida l’immaginario dei Tauro Boys. Grazie a “Tauro Tape” il progetto si espande sempre più, arrivando fino all’edizione 2018 del Mi Ami Festival, dove i Tauro Boys si esibiscono sul main stage, con un ottimo riscontro dal pubblico.
KETAMA – Pietro Baldini, nome d’arte Ketama 126, è un rapper e produttore romano. E’ membro della crew126, il cui nome deriva dai centoventisei gradini della scalinata del Tamburino. Nel 2014 pubblica il mixtape “Dieci Pezzi” con SeanyDelRey. Nel 2015 è la volta del suo album di debutto “ Benvenuti a Ketam City” per Smuggler’s Bazaar. Nel 2016 inizia a lavorare al nuovo album che esce a giugno 2017 per Smuggler’s Bazar – “Benvenuti a Ketam City”.

Sabato 27 luglio
The Andrè / Cogito / Fulminacci
FULMINACCI – Fulminacci, nome d’arte di Filippo Uttinacci, arriva come un fumine del 2019, sotto la label Maciste Dischi. Nato a Roma prima di fare il cantautore si è dedicato alla recitazione facendo l’attore in alcuni cortometraggi. Pubblica all’inizio del 2019 il brano “Borghese in borghese”, seguito dai singoli “La vita veramente” e “Una sera”, che compongono la tracklist di 9 brani del suo album d’esordio La vita veramente, pubblicato il 9 aprile.
COGITO – Cogito è cantante, batterista e autore. Nasce artisticamente nel 2012 e per alcuni anni suona in diversi gruppi. Nell’inizio del 2017 scopre la sua passione per la scrittura e avvia il suo progetto solista: Cogito. Nell’inizio del 2018 arriva la collaborazione con Milli, saxista/cantante nel gruppo Patois Brothers e produttore. Cogito prende vita come cantante scegliendo la strada dell’Indie Pop perchè è il modo migliore per esprimersi in sintonia a sè stesso e per cercare di influenzare e coinvolgere un pubblico che prima non era riuscito a colpire.
THE ANDRè – The Andrè è diventato un fenomeno del web musicale grazie alle straordinarie versioni di cover d’autore in cui omaggia il grande Maestro immaginando come si sarebbe cimentato ai giorni nostri cantando i testi del filone trap. Un misterioso ragazzo con la stessa incredibile voce di De André. Ma che, invece di cantare degli ultimi, sceglie un repertorio moderno: da Ghali alla Dark Polo Gang fino a Liberato. Così è diventato uno dei più curiosi, lisergici fenomeni di YouTube.

Domenica 28 luglio
Cecco e Cipo / Duo Bucolico
CECCO E CIPO – Esclusi dallo Zecchino d’Oro, ignorati dal Festivalbar, boicottati dagli MTV Awards, Cecco e Cipo debuttano nel 2010 con l’EP “Dall’origine”, autoprodotto. Nel Dicembre del 2011 esce il loro primo album “Roba da Maiali” prodotto da Matteo Guasti di Labella, attuale produttore e manager, che piace a grandi e piccini e colleziona una lunga lista di recensioni positive. Il 16 Giugno del 2014 esce “Lo Gnomo e lo Gnu” prodotto da Labella.Suonano in tutto lo Stivale, condividendo il palco con Fabrizio Moro, Franco Califano, Nobraino, Zen Circus, Ivan Cattaneo, Vinicio Capossela, Bobo Rondelli, Lo Stato Sociale etc etc (e una volta Platinette gli ha aperto un concerto).Nel Gennaio 2013 sono i Vincitori del “Premio Rivelazione Sete Sóis Sete Luas 2013” come miglior gruppo toscano, strappano cosi i biglietti per esibirsi in Portogallo. Nel Settembre 2014 X-Factor 8 vede la band esibirsi per le audizioni sul palco di Sky di fronte ai giudici dove cantano Vacca Boia. Vengono definiti dalla stampa i protagonisti di X Factor 8 diventando trending topic. Rimangono per due settimane in Top Ten su iTunes tra gli album più venduti in Italia, entrano in classifica F.I.M.I e sono tra gli artisti più scaricati su Spotify.
DUO BUCOLICO –  Antonio Ramberti e Daniele Maggioli sono due cantautori romagnoli. Si incontrano nell’inverno del 2003. Scrivono da subito canzoni ironiche e satiriche a quattro mani. Il Duo Bucolico nasce nel 2005 a una sagra di paese. Questa matrice popolare li identifica tuttora. L’esperienza musicale nei festival di strada spinge il Duo ad esplorare il linguaggio comico, l’improvvisazione e la velocità tipiche dei clown. I loro spettacoli sono strane farse musicali, al confine tra cantautorato, cabaret, recital e la canzone popolare comico-burlesca, caratterizzati da una continua interazione col pubblico. Sempre con una marcata vena di cinismo e di radicalità, il Duo crea canzoni grottesche e surreali avvalendosi di un linguaggio deformante, dal retrogusto dadaista, capovolgendo così il mondo per svelarne i lati più scomodi e bizzarri.

Informazioni Utili:
I biglietti per le serate a pagamento saranno disponibili all’ingresso la serata stessa fino ad esaurimento.

 

Commenta per primo la notizia "Mira On Air Festival | 24 – 28 luglio 2019"

Scrivi un commento

La tua mail non sarà pubblicata ne usata per scopi promozionali


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com